GDPR 2016 Privacy UE – Prime linee guida dei Garanti Europei su DPO

wp29-comitato

Il Gruppo dei Garanti Ue WP 29 ( Comitato Europeo dei garanti) ha approvato lo scorso 13 dicembre 2016 tre documenti con indicazioni e raccomandazioni su importanti novità del Regolamento GDPR2016/679 sulla protezione dei dati, in vista della sua applicazione da parte degli Stati membri a partire dal maggio 2018. Le linee guida, alla cui elaborazione il Garante italiano ha attivamente partecipato, riguardano il “responsabile per la protezione dei dati” (Data Protection Officer  – DPO), il diritto alla portabilità dei dati, l’“autorità capofila” che fungerà da “sportello unico” per i trattamenti transnazionali.

Per quanto riguarda il DPO si specificano i requisiti soggettivi e oggettivi che questa figura dovrebbe possedere, la cui designazione sarà obbligatoria per tutti i soggetti pubblici e per alcuni soggetti privati sulla base di criteri che il Gruppo ha chiarito nel documento.

Nel documento vengono illustrate (anche attraverso esempi concreti) le “competenze professionali” anche acquisite sul campo e che sono svincolate dalla necessità dell’appartenenza ad ordini professionali od certificazioni di sorta, e le “garanzie di indipendenza e inamovibilità” di cui il DPO deve godere nello svolgimento delle proprie attività di indirizzo e controllo all’interno dell’organizzazione del titolare.

Linee Guida Wp29 su DPO Data Protection Officer Dicembre 2016 pdf

Su ciascuno di questi documenti, disponibili per ora solo in lingua inglese, il Garante Privacy Italiano predisporrà delle apposite schede di approfondimento volte a far meglio comprendere e utilizzare i nuovi strumenti introdotti dal Regolamento.

O.L.I.T. Informatica

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Advertisements